Il Canone RAI in arrivo nella Bolletta Elettrica: Tutte le novità

ubroker e scelgozero canone rai bolletta elettrica

Il pagamento del Canone Rai viene inserito all’interno della bolletta della luce: che cosa cambierà?

Con la Legge di Stabilità 2016 il Governo ha introdotto un’importante novità relativa al Canone RAI.

Da quest’anno infatti non si riceverà più il bollettino postale per il pagamento dell’imposta. Saremo invece tenuti a pagare il Canone direttamente nella bolletta elettrica .

La buona notizia è che il canone Rai passerà da 113,50 euro del 2015 ai 100,00 euro di quest’anno.

Ecco tutto quello che serve sapere

La prima rata sarà imputata nella fattura di Luglio 2016 e sarà pari a 60,00 euro, la parte restante invece sarà addebitata nelle ultime quattro bollette dell’anno per importi pari a 10,00 euro cadauna.

Sono tenuti al pagamento dell’imposta tutti gli utenti, a parte alcune eccezioni. è bene quindi informarsi se si ha diritto all’esenzione del canone Rai.

Per gli aventi diritto è necessario compilare ed inviare il seguente modulo dell’Agenzia delle Entrate, entro il 30 Aprile 2016 . Il tutto andrà spedito, completo di fotocopia del documento d’identità, a: Agenzia delle Entrate – Ufficio di Torino 1 – S.A.T. Sportello Abbonamenti tv – Casella Postale 22 – Cap 10121 – Torino.

I moduli per l’esenzione di cui sopra hanno validità annuale e andranno ripresentati ogni anno. Ad esempio per il 2017 la modulistica andrà spedita tra il primo Luglio 2016 e il 31 Gennaio 2017, oltre e fino al 30 Giugno 2017 sarà efficace solo per il secondo semestre 2017.

Queste sono le uniche vie per l’esenzione. Altre modalità (come ad esempio il sigillo del televisore) non sono più valide! Sono invece esonerati dal pagamento gli over 75 con reddito dichiarato (congiunto se si tratta di moglie e marito) inferiore ai 6.713,98 euro l’anno (salvo innalzamenti tramite ulteriori decreti).

Il Canone Rai non va pagato per…

canone rai in bolletta, canone rai bolletta luce

Il Canone RAI è comunque dovuto solo per la prima casa, anche per i residenti all’estero. Mentre per i titolari di locali pubblici è previsto un canone speciale.

Nel caso la stessa abitazione abbia attive due utenze elettriche intestate a due persone diverse, una delle due può segnalare all’Agenzia delle Entrate chi sarà l’unico a pagare l’imposta. In definitiva ogni nucleo familiare avrà un solo contribuente, l’altro potrà chiedere l’esenzione.

Non si pagherà il canone RAI su monitor o pc che consentono di vedere programmi RAI ma non ricevono digitale terrestre o segnale satellitare. Nel caso di appartamenti in affitto, anche ammobiliati con la tv, il Canone RAI è a carico dell’inquilino.

Per maggiori informazioni, il numero verde gratuito RAI: 800938362 o il sito internet: http://www.canone.rai.it/

Acquista così ancora più valore l’iniziativa di uBroker e dell’operazione Scelgozero che garantisce ingenti sconti, fino all’azzeramento delle bollette.

Con Scelgozero e la bolletta azzerata, il canone Rai non sarà più un problema!

Canone RAI, come cambia la tassa sulla TV

canone rai in bolletta elettrica ubroker

Le novità riguardano il suo pagamento, che da oggi potrà essere rateizzato, secondo alcuni criteri.

In primis il canone sarà accorpato alla bolletta elettrica, e questo al fine che lo paghino tutti gli aventi dovere. Il canone verrà diluito pertanto in 10 acconti mensili, dei quali il primo sarà quello a importo più alto: esattamente come capita in qualsiasi normale istruttoria per una pratica di accensione mutuo o fido.

Viene ribadito con forza il fatto che il canone è richiesto indifferentemente e indistintamente a chiunque possegga almeno un apparecchio televisivo. L’esenzione è per i proprietari di abitazioni date in affitto con intestazione di bolletta elettrica al proprietario, il quale non pagherà così come neanche i suoi inquilini.

L’esenzione è estesa anche a coloro che abbiano compiuto almeno 75 anni con un reddito familiare inferiore ai 7000 € annui. Per chi possiede più di un immobile, pagherà il canone solo per uno di questi.

Chi rientra nelle fasce di esenzione potrà ottenere sgravi fiscali presso i competenti uffici all’agenzia delle entrate.