Skip to content
UBROKER-onda-down-1690x216px.png

Agevolazioni Sisma

Agevolazioni fiscali per i sismi di agosto e ottobre 2016, gennaio 2017 nel centro Italia e agosto 2017 ad Ischia.

Il Decreto Legge n. 104 del 14/08/2020 “Misure Urgenti per il Sostegno e il rilancio dell’economia” è stato recepito dall’ARERA dalla del. 429/2020/R/com, che prevede l’estensione delle agevolazioni al 31/12/2020.

Di seguito riportiamo le indicazioni per i titolari delle forniture attive alla data del sisma, site nei comuni del Centro Italia, presenti negli allegati 1, 2 e 2 bis del DL 189 del 2016 e nei comuni di Ischia, come da delibera sopra citata.

Le agevolazioni e la sospensione dei pagamenti possono essere attivate in maniera automatica o su richiesta degli interessati.

Sisma Centro Italia

Sono automatiche le agevolazioni per:

  • I titolari di almeno un contratto di fornitura nei comuni di cui agli allegati 1, 2 e 2bis al DL 189 del 2016, ad eccezione delle utenze attive nei Comuni di Teramo, Rieti, Ascoli Piceno, Macerata, Fabriano e Spoleto;
  • I soggetti siti nelle strutture abitative di emergenza (SAE) adibite ad abitazione civile e/o nei moduli abitativi provvisori rurali di emergenza (MAPRE) e/o alle utenze site nelle aree di accoglienza allestite dai Comuni e a quelle site negli immobili ad uso abitativo per assistenza alla popolazione.

Sisma Centro Italia e Ischia

Sono su richiesta le agevolazioni per:

Nella fattispecie in cui non si sia residenti nei Comuni dell’epicentro sismico, individuati d agli allegati 1, 2 e 2bis al DL 189 del 2016 o si risieda presso i Comuni di Lacco Ameno, Casamicciola e Forìo, nel caso in cui l’unità abitativa abbia subito danni a seguito del terremoto è necessario inviare pratica di agevolazione; queste possono essere presentate e richieste da:

  • I soggetti con immobile sito nei Comuni di Teramo, Rieti, Ascoli Piceno, Macerata, Fabriano, Spoleto, Lacco Ameno, Casamicciola e Forìo, (solo nella fattispecie in cui dichiarino l’inagibilità del fabbricato, studio professionale, casa di abitazione o azienda);
  • I soggetti titolari di utenza situata in altri Comuni delle regioni interessate dagli eventi sismici e attiva alla data di tali eventi, che dimostrino il nesso di causalità diretto tra l’inagibilità dell’immobile in cui è sita l’utenza e gli eventi sismici verificatisi, comprovato da apposita perizia asseverata;
  • I soggetti che abbiano subito, a causa degli eventi sismici, danni gravi alla propria abitazione di residenza e siano in grado di dimostrare l’inagibilità parziale o totale della suddetta residenza e il nesso di causa con i predetti eventi, comprovato da relativa perizia asseverata;
  • I soggetti alloggiati nei moduli temporanei abitativi (MAP) o titolari di forniture temporanee ad uso abitativo, quali ad esempio roulotte e camper.

La Richiesta di Agevolazione

Ad eccezione dei casi di agevolazione automatica (di cui sopra), il Cliente deve inoltrare la domanda di agevolazione, solo nella fattispecie in cui non l’abbia già presentata in precedenza, al proprio venditore di energia elettrica e gas naturale, con la procedura di seguito descritta:

  1. dichiarazione sostitutiva di atto notorio, resa ai sensi del T.U. di cui al D.P.R. 445/00, con trasmissione agli uffici dell’Agenzia delle Entrate e dell’INPS territorialmente competenti, attestante l’inagibilità dell’originaria unità immobiliare nella titolarità del Cliente o dell’utente finale e l’esistenza del nesso di causalità diretto tra il danno subito dall’immobile, con conseguente inagibilità, e gli eventi sismici verificatisi a far data dal giorno 24/08/2016 e successivi;
  2. autocertificazione in cui si dichiara la data di accadimento dell’evento sismico che ha reso inagibile l’abitazione e che, in relazione al punto di fornitura asservito all’unità immobiliare di cui alla suddetta lettera a) non sono state richieste agevolazioni per altri punti di fornitura, né da parte del soggetto richiedente, né da parte di altri soggetti che alla data precedentemente indicata, risiedevano nell’unità immobiliare di cui alla stessa lettera a);
  3. elementi identificativi del contratto;
  4. eventuale autocertificazione che l’unità immobiliare di cui alla suddetta lettera a) è l’abitazione di residenza;
  5. l’autocertificazione di aver risieduto alla data indicata al sopracitato punto b) nella medesima unità immobiliare, qualora il soggetto richiedente sia diverso dal titolare delle utenze nell’unità immobiliare di cui alla precedente lettera a)

Agevolazioni Economiche

La del. ARERA 252/2017/R/com ha introdotto agevolazioni economiche per un tempo di 36 mesi a far data dalla data del sisma, prorogate al 31 dicembre 2020. Le agevolazioni sono cumulabili con il Bonus Elettrico e il Bonus Gas e sono attive per l’energia elettrica e il gas naturale:

  • non applicazione dei corrispettivi una tantum normalmente richiesti in caso di nuove connessioni/allacciamenti, disattivazioni, riattivazioni subentri e volture;
  • azzeramento in fattura di alcune componenti dei costi relativi al trasporto e alla gestione del contatore e degli oneri generali di sistema.

Fatturazione

Il conguaglio avverrà tra il 01/01/2021 e il 30/06/2021. Esso comprenderà le agevolazioni tenendo conto degli importi già pagati dal cliente finale.

Modulo Dichiarazione Agevolazione Sisma Gas

Modulo Dichiarazione Agevolazione Sisma Luce

Hai bisogno di supporto?

 
Siamo sempre al tuo fianco per offrirti tutta l’assistenza di cui hai  bisogno, scegli tu come.

Tutto quel che ti serve:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email

accedi alla tua area clienti

Non sei mai entrato nella tua area riservata?