Close

1 marzo 2018

Bollette Energia: da Subito Puoi Non Pagarle a Queste Condizioni

maxi conguagli bolletta, come non pagare la bolletta

Il 1° marzo decreta lo stop di tutti i maxi conguagli in Italia: altrimenti NO al pagamento

Non pagare le bollette può essere davvero una grande vittoria per tutti i consumatori italiani, spesso appesantiti da questo costo mensile.

Nonostante la soluzione per azzerare completamente la propria bolletta sia solo una, ci sono buone notizie in arrivo per tutti.

Tutta la questione delle maxi bollette

Sono stati diversi i problemi legati ai conguagli troppo salati sulle bollette italiane.

Prima del 1° marzo 2018, ogni gestore energetico italiano aveva il diritto di chiedere il pagamento di conguagli o arretrati fino a 5 anni precedenti.

E questo nella maggior parte dei casi portava a bollette improvvise da migliaia di euro, da pagare subito.

Ovviamente questi pagamenti erano leciti perchè riguardavano cifre non presentate nelle bollette dei mesi precedenti, e quindi da pagare. Tuttavia, a causa della negligenza di molti gestori, la mancata richiesta di pagamento nel passato, che ingannava i clienti con bollette apparentemente economiche, ha portato forti conseguenze nel presente.

Perciò, mese dopo mese, le cifre “nascoste” hanno continuato ad accumularsi, fino a un massimo di 5 anni. Per poi un giorno aprire una busta e trovare un maxi conguaglio da migliaia di euro.

Che cosa cambia dal 1° marzo 2018

L’Autorità di Regolazione per Energia, Reti e Ambiente (ARERA) ha deciso di andare incontro ai privati e piccole imprese. Ha infatti stabilito che la data massima per richiedere conguagli arretrati non sarà più di 5 anni, ma solamente di 2.

In questo modo non potrà più essere richiesto un pagamento di un mancato conguaglio precedente a due anni dalla data di avviso al cliente. E ogni avviso di scadenza dovrà essere effettuato con almeno 10 giorni di anticipo.

In questo modo l’ARERA vuole regolamentare al meglio la questione dei conguagli, portando un aiuto a tutte le famiglie.

Maxi bolletta oltre i 2 anni: che cosa fare?

Può però accadere che il proprio gestore, in buona o cattiva fede, richieda al cliente il pagamento di conguagli precedenti ai 2 anni.

In questo caso il consumatore potrà seguire due strade:

  1. pagare la bolletta per evitare che venga bloccato il servizio energetico e successivamente appoggiarsi all’Antitrust per reclamare e chiedere rimborso
  2. non pagare la bolletta e presentare fin da subito un reclamo

Così facendo il consumatore italiano sarà tutelato su tutti i fronti, combattendo tutte le maxi bollette precedenti ai due anni.

E per smettere di pagare del tutto le bollette? Vi sveliamo un segreto

come non pagare le bollette, stop bollette

Un segreto dovrebbe restare segreto, lo dice il nome stesso. Ma questo segreto è troppo innovativo e potente per poter restare nelle mani di pochi, tutti devono conoscerlo.

Che sia maxi o una micro bolletta, che abbia conguagli prima o dopo i due anni, non importa. uBroker ha la soluzione giusta per tutti, a portata di un click.

I risultati sono stati eccezionali lungo questi anni e l’andamento è in costante crescita, con obiettivi sempre molto ambiziosi.

La possibilità di non pagare la bolletta è un diritto che spetta a tutti i consumatori, dal piccolo nucleo familiare fino alla grande multinazionale.

Perchè chiunque tu sia, una bolletta azzerata è per sempre.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *